MONDIALI NUOTO 400 SL: VINCE IL CINESE SUN YANG MA E’ TUTTO REGOLARE?

Pubblicato da Marzio Ammendola il

Mondiali di nuoto 400 sl. Vince Sun Yang davanti all’australiano Mack Horton ed a Gabriele Detti.

Ma non è una festa perché prima della premiazione si scatenala una violenta polemica contro il cinese la cui immagine è pesantemente offuscata da seri sospetti di doping. Infatti è accusato di aver distrutto a martellate le provette contenenti il suo sangue in occasione di un controllo antidoping.

L’australiano Horton non ha voluto onorare il vincitore rifiutandosi di salire sul podio e respingendo la richiesta di Sun di stringergli la mano. Prima della premiazione Horton aveva chiesto a Detti di seguirlo nel gesto platealmente polemico ma l’azzurro si è dimostrato piu’ “morbido” ed ha preferito partecipare alla premiazione affianco al “vincitore” che comunque potrebbe essere squalificato a seguito del verdetto del Tas a settembre. Non si esclude la possibilità anche di una radiazione per Sun che ha terminato la cerimonia di premiazione in lacrime. Ma è noto che i cinesi hanno la lacrima facile. Prima le fanno e poi piangono…

Intanto il villaggio degli atleti ha acclamato Horton come un eroe. I colleghi atleti lo hanno accolto con un applauso a scena aperta tutti in standing ovation.  Peccato che il nostro atleta non abbia seguito lo stesso esempio, ha perso una straordinaria occasione di vincere, oltre al bronzo, un’altra medaglia. Quella del coraggio.

https://www.gazzetta.it/Nuoto/22-07-2019/nuoto-sta-horton-standing-ovation-villaggio-atleti-il-gesto-contro-sun-3401069924788.shtml

——————————————————-

Nuoto, scandalo doping per Sun Yang: squalifica a vita per il cinese?

Secondo il Daily Telegraph, il 27enne avrebbe distrutto la fiala del suo sangue con martello. A settembre la decisione del Tas.

Il mondo del nuoto viene scosso dal caso doping che ha colpito Sun Yang: l’atleta cinese infatti rischia addirittura la squalifica a vita per via di una rivelazione di un report pubblicato dal Daily Telegraph.

Nello scorso settembre Sun Yang avrebbe distrutto la fiala contenente il suo sangue a martellate prima di un controllo a sorpresa. Questo comportamento viene certificato dal rapporto del comitato antidoping della FINA.

Al momento la posizione di Sun Yang è ancora in bilico (parteciperà ai Mondiali di Gwangju) ma a settembre ci sarà l’udienza davanti al Tas che giudicherà il suo caso: il cinese 3 volte oro Olimpico rischia la squalifica a vita.

fonte: foxsports.it

https://www.foxsports.it/2019/07/14/nuoto-scandalo-doping-sun-yang-squalifica-vita-martello/