CINESI PERMALOSI E SENZA UMORISMO. VIETATO OFFENDERE I LORO MAIALI! E UBS SI SCUSA [VIDEO]

Pubblicato da Marzio Ammendola il

La peste suina è un tremendo problema che sta decimando gli allevamenti cinesi. Milioni di animali sono già stati eliminati ma la malattia è ancora lontano dall’essere debellata. Le conseguenze sul settore alimentare hanno un impatto evidente sull’andamento dei prezzi e dell’inflazione.

Paul Donavan, global chief economist di UBS, avrebbe la colpa di aver inserito un tocco di umorismo inglese in un rapporto economico. Si è trattato di un semplice gioco di parole:  “it matters if you are a Chinese pig“…..

Ma in sostanza, come si puo’ leggere nel testo originale, non ci sono offese per la Cina, per il suo popolo e nemmeno per i suoi maiali!

Invece si tratta del solito giochetto cinese. L’organizzazione propagandistica non perde occasione o pretesto, per scatenare violente campagne anti-occidentali e soffiare sul fuoco dell’ultra nazionalismo cinese. E’ sempre lo stesso copione che si ripete e che abbiamo già recentemente visto per il caso Dolce & Gabbana e per i tedeschi della Daimler. L’obiettivo è sempre quello di scatenare gigantesche proteste popolari sui social cinesi, costringendo le “vittime” della trappola ad umilianti scuse pubbliche che tanto divertono ed inorgogliscono i cinesi. Le reazioni le abbiamo potute osservare in prima persona.

Per l”offesa” UBS non potrà agire in qualità di advisor per l’emissione di bond in dollari Usa per conto della China Railway Construction Corp.

E intanto cresce la paura di offendere Pachino. La nostra soggezione ci rende deboli, timidi e deferenti di fronte al dragone. Questo è proprio l’obiettivo che il governo cinese vuole raggiungere. Invece dovremmo prendere consapevolezza che sono piu’ loro ad avere bisogno di noi e dei nostri ricchi mercati di consumatori che noi di loro.

E comunque altro che scuse: Le dittature e chi non rispetta diritti umani e civili ha sempre torto. Sempre.

——————————————————————————————————————–

Per approfondire:  (fonte: finanzaonline.com)

https://www.finanzaonline.com/notizie/ubs-perde-affare-in-cina-dopo-frase-sui-maiali-cinesi-e-ora-alta-finanza-ha-terrore-di-offendere-pechino

VIDEO: le scuse di Paul Donavan (fonte: weibo)