Gli incredibili incidenti simulati dai pedoni cinesi. “Attori drammatici” in azione [VIDEO]

Pubblicato da Marzio Ammendola il

Peng cier” letteralmente significa “urtare la porcellana“. Ma nonostante il nome, questa truffa non ha quasi nulla a che fare con la ceramica.

Il nome si riferisce ad una truffa di origini antiche, molto comune in Cina e conosciuta appunto come “peng cier”. Risale addirittura all’epoca della dinastia Qing (1644 – 1911). Il truffatore trasportava alcuni oggetti d’antiquariato contraffatti, come un vaso delicato e costoso e quindi fingere di imbattersi accidentalmente in un viandante. Il truffatore quindi faceva cadere il vaso affermando che la colpa era dell’ignaro passante, al quale avrebbe poi cercato di estorcere una grossa somma di denaro. È una truffa che è popolare in tutto il mondo ma in Cina si è evoluta e affinata.

L`artista della truffa nella versione moderna recita proprio la parte del “vaso rotto”. Attenderà sul ciglio della strada il momento giusto per attraversare, in concomitanza con il sopraggiungere di un’auto che procede lentamente. Poi si precipiterà davanti al veicolo e fingerà di essere stato investito, alcuni addirittura si tuffano violentemente sul cofano della vettura della vittima. Normalmente uno o più complici della truffa arriveranno e dichiareranno di essere dei testimoni a favore dell’ “artista truffatore“. Proveranno quindi ad estorcere una bella somma di denaro con il truffatore che continuerà a recitare la parte del ferito dolorante. Per evitare problemi e guai peggiori, la vittima spesso preferisce pagare e andare.

Fonte originale: www.chinavision.com

VIDEO: