Dai “centri massaggio” ai bordelli di lusso con le ragazze schiave. E` l`8 marzo anche per loro

Pubblicato da Marzio Ammendola il

8 marzo, festa della donna. Un pensiero è giusto riservarlo anche a queste povere ragazze provenienti dalla Cina, la cui sorte è totalmente ignorata dal cinismo della politica nostrana, completamente attratta dalle false aspettative di improbabili vantaggi economici offerti da Pechino.

Sono ragazze molto giovani, la maggor parte di loro ha meno di vent’anni. Provengono da famiglie povere, non hanno un marito, ma un figlio a carico. Sono così disperate che partono per l’Europa consapevoli del loro terribile destino.


Arrivano con visti turistici al seguito di grosse comitive di connazionali. Dopo qualche settimana il responsabile del gruppo denuncia l’allontanamento all’ambasciata e a quel punto se ne perdono le tracce. Il traffico di esseri umani è gestito dalla mafia cinese nazionale. Dal momento in cui arrivano in Italia, ad occuparsene sono bande criminali, ma non sempre organizzazioni di stampo mafioso. In Toscana, ad esempio, il business è in mano alle gang giovanili.

Fonte: www.amicidilazzaro.it – Leggi tutto:

Prostituzione cinese. In Italia le nuove schiave