G-20: Trump concede alla Cina una tregua di 90 giorni sui dazi. E Xi sorride

Pubblicato da Marzio Ammendola il

Le trattative di pace durante una guerra o una crisi, suscitano sempre delle speranze in chi si aggrappa alla rettitudine, ma fanno il gioco di chi sta cercando di guadagnare tempo o di nascondere le sue reali intenzioni ” (Fonte: Cento Strategie non Ortodosse – La sintesi definitiva della scienza militare cinese).

I motivi di contrasto tra Usa e Cina sono veramente tanti, ma quello commerciale rappresenta la ragione principale di tensione. Oltre ai dazi, che la Cina applica in modo sistematico per limitare le proprie importazioni, c’è un`altra pratica che utilizza e che gli Usa chiedono che venga rimossa. Si tratta dell’obbligo del trasferimento di tecnologia dalle aziende straniere ai “partner” locali, per tutte le imprese che intendono entrare nel mercato cinese.

L’incontro, tra Donald Trump e Xi Jinping, che si è tenuto oggi a Buenos Aires, in occasione del G-20, non ha portato ad un accordo ma ad una sorta di tregua. Infatti gli americani hanno accettato di sospendere per altri 90 giorni l’innalzamento dei dazi al 25%, mentre la Cina si è impegnata ad acquistare immediatamente un ingente quantitativo di prodotti agricoli ed industriali americani. In questi 90 giorni le parti dovranno lavorare per risolvere le questioni aperte.

Questa è una piccola vittoria dei cinesi. Infatti pronostichiamo che i negoziati non porteranno ad un accordo e Pechino avrà raggiunto l’obiettivo di guadagnare tempo e di nascondere le proprie reali intenzioni. Come la storia insegna.

 

————————————————————————————–

Cosa è successo all’incontro tra Trump e Xi al G-20?